In data 14 ottobre 2020, l’OCSE ha pubblicato due report (Blueprints) che riguardano le possibili soluzioni alle sfide in materia di erosione della base imponibile derivanti dalla crescita della digital economy. I documenti riguardano l’avanzamento delle negoziazioni internazionali al fine di prevedere che soggetti, quali grandi imprese multinazionali (digital companies incluse), versino le imposte dovute nei Paesi in cui esse generano i loro profitti.
Il report Pillar One Blueprint” dimostra la necessità di un focus su nuove regole di allocazione dei profitti, in modo tale che, in un contesto di rapida innovazione tecnologica e digitale, la possibilità di riscossione delle imposte non sia più esclusivamente legata alla presenza fisica sul territorio dell’agente economico.

Pubblicato su: NEΩTEPA – 2/2020 – 30 luglio 2021

Scarica