I periodi di crisi influiscono sulle attività e sulle strategie delle imprese con attività all’estero inducendo le stesse a rivedere i modelli di business attraverso i quali operare globalmente e adottare nuove strategie volte all’ottimizzazione dell’attività, della gestione finanziaria nonché del carico fiscale del gruppo. Di conseguenza, anche le transfer pricing policies devono essere riconsiderate al fine di adeguarle ai mutati scenari economici e garantire il rispetto del principio dell’arm’s length.

Pubblicato su: il fisco 14/2020 – 7 aprile 2020

Scarica