La necessità che l’imprenditore sia in grado di offrire pronta risposta alle implicazioni legate al COVID-19 si desume dalla stessa norma di cui all’art. 3 del Codice della crisi (CCII), il quale invita:

  • l’imprenditore individuale ad adottare “misure idonee a rilevare tempestivamente lo stato di crisi e assumere, senza indugio, le iniziative necessarie a farvi fronte”;

  • l’imprenditore collettivo ad adottare “un assetto organizzativo adeguato ai sensi dell’art. 2086 c.c. ai fini della tempestiva rilevazione della stato di crisi e dell’assunzione di idonee iniziative”.

Pubblicato su: Eutekne Info – 31 marzo 2020

Scarica