Il Parlamento europeo ha approvato la proposta di modifica della direttiva IVA relativa al regime speciale per le piccole imprese, con l’obiettivo di creare un sistema moderno e semplificato per le piccole imprese che effettuano operazioni transfrontaliere, volto a ridurre gli oneri di conformità in materia di IVA che gravano sulle imprese e ad accelerare il processo di armonizzazione del sistema IVA a livello europeo.
L’effetto delle nuove regole è stimato in un aumento del 13,5% delle attività transfrontaliere, con una diminuzione dei costi di conformità del 18% (dagli attuali 68 miliardi di euro a poco più di 56 miliardi).

Pubblicato su: Ipsoa – 24 gennaio 2020