Autore: Piergiorgio Valente

L’Italia e il Principato di Monaco sono in procinto di siglare un accordo fiscale sullo scambio di informazioni. Le trattative tra le due Amministrazioni finanziarie sono molto avanzate. Si aggiungerebbe così un altro importante tassello all’azione diretta a bloccare le “vie di fuga dei capitali” e, soprattutto, ad indurre i contribuenti italiani con conti e beni detenuti oltreconfine ad aderire alla voluntary disclosure. Il Principato di Monaco era stato cancellato dalla “grey list” dell’OCSE nel 2009; è, tuttavia, ancora incluso nella black list italiana e persiste pertanto l’obbligo di comunicare all’Amministrazione finanziaria tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi intercorse fra soggetti passivi IVA italiani ed operatori italiani aventi sede, residenza o domicilio a Monaco.

Scarica