Autore : Piergiorgio Valente

Secondo la Commissione europea, gli Stati membri dovrebbero astenersi dal sottoscrivere accordi con Stati terzi, tra cui la Svizzera, in materie già disciplinate da disposizioni comunitarie come la Dir. n. 2003/48/CE (“direttiva risparmio”), nonché l’Accordo, in vigore dal 1° luglio 2005, tra l’UE e la Svizzera, che include misure equivalenti a quelle disposte dalla “direttiva risparmio”.  Il 5 marzo 2012, il Commissario europeo Algirda Šemeta, in una lettera indirizzata al Ministro dell’economia danese, Ms Vestager, ha ribadito che gli Stati membri “should refrain from negotiating, initialling, signing or ratifying agreements with Switzerland, or any other third State, insofar as any aspects regulated at EU level might be touched upon”.

Scarica