Autore: Piergiorgio Valente e Salvatore Mattia

Nel particolare settore dell’autotrasporto delle merci su strada, l’individuazione della residenza delle persone giuridiche ai fini tributari pone non pochi dubbi interpretativi e criticità applicative. L’attività di trasporto internazionale, infatti, è soggetta a peculiari vincoli normativi di derivazione comunitaria, i quali, unitamente ai costanti controlli da parte delle autorità preposte sulla effettiva esistenza in loco delle strutture d’impresa, condizionano significativamente modalità e termini dell’organizzazione delle imprese situate all’estero. Ne deriva la necessità che i verificatori valutino caso per caso e con la massima cautela la sussistenza in fatto e in diritto dei presupposti per la (eventuale) riqualificazione della residenza fiscale di società estere.

Scarica