Autori: Piergiorgio Valente e Caterina Alagna

Gli Stati membri procederanno, dal 1° gennaio 2015, allo scambio di informazioni automatico con riferimento ai dati disponibili sui periodi di imposta a partire dal 1° gennaio 2014, relativi a determinate categorie di reddito (redditi da lavoro, compensi corrisposti ai dirigenti, polizze vita, pensioni e proprietà immobiliari). L’obiettivo è quello di combattere la frode e l’evasione fiscale internazionale, nonché di rafforzare la collaborazione fra le Amministrazioni fiscali degli Stati membri, nell’ambito delle disposizioni sullo scambio di informazioni previste dalla Direttiva 2011/16/UE.

Scarica