Autore: Piergiorgio Valente

La Corte di Cassazione si è espressa con sentenza 4 ottobre 2011, n. 1550, depositata in data 3 febbraio 2012, circa la questione, ancora controversa, della tassazione delle pensioni di vecchiaia corrisposte da un ente previdenziale non residente ad un soggetto fiscalmente residente nel territorio dello Stato italiano. La Corte, contraddicendo il parere dell’Amministrazione Finanziaria, ha affermato che esse rientrano nell’ambito applicativo del paragrafo 2 dell’art. 18 della Convenzione OCSE, in quanto erogate in base alla legislazione di “sicurezza sociale”. In quanto tali, scontano quindi la tassazione concorrente in entrambi gli Stati contraenti, nella misura prevista dai rispettivi ordinamenti tributari.

Scarica