È da poco iniziata l’attività del Global Forum on Transparency and Exchange of Information per la verifica dello stato di implementazione, da parte dei Paesi della comunità internazionale, degli standards di trasparenza e scambio di informazioni in materia fiscale (peer review process). L’Italia sarà sottoposta a verifica nella seconda metà del 2010. L’evasione e l’elusione fiscale rappresentano una minaccia per le casse degli Stati, con effetti particolarmente gravi in un periodo, quello attuale, di recessione economica a livello mondiale. Minori entrate implicano risorse inferiori da investire per il benessere comune, sia nelle economie avanzate che in quelle in via di sviluppo. La globalizzazione ha portato ad un sensibile aumento delle transazioni transfrontaliere e all’esigenza di un’effettiva cooperazione in materia fiscale. L’implementazione dei principi di trasparenza e scambio di informazioni assume un ruolo fondamentale quando è necessario assicurare che nessun contribuente si sottragga alla potestà impositiva statale su redditi e patrimonio. L’OCSE, da oltre un decennio impegnata nella lotta ai cd. paradisi fiscali e ai regimi fiscali privilegiati, ha rafforzato la sua azione in materia già nel 2008, quando, a crisi economica globale conclamata, ha incontrato il sostegno dei più influenti leaders politici mondiali.

SCARICA