Nell’ambito dell’attività dell’Amministrazione finanziaria finalizzata al contrasto del fenomeno dell’esterovestizione, la verifica fiscale rappresenta il modello procedurale più complesso, qualificato e potenzialmente efficace per il controllo – in concreto – dei presupposti previsti in materia di residenza degli enti dalle norme tributarie. Nel presente articolo si intende esaminare l’iter procedurale che caratterizza l’attività di controllo dell’Amministrazione finanziaria finalizzata a contrastare il fenomeno della cd. “esterovestizione”, nonché il trasferimento fittizio della residenza fiscale a fini elusivi ed evasivi, con particolare riferimento ai percorsi ispettivi seguiti dalla Guardia di finanza, evidenziandone fasi cruciali e criticità operative, talvolta ricorrendo all’ausilio di casi esemplificativi aventi lo scopo di chiarire in concreto gli aspetti teorici.

SCARICA