I provvedimenti normativi adottati di recente in sede comunitaria e contenuti nel cosiddetto Vat Package pongono le basi per una profonda modifica all’attuale disciplina Iva (direttive 2008/8/Ce, 2008/9/Ce e 2008/117/Ce). In particolare, a partire dal 1° gennaio 2010 è mutato il regime impositivo delle prestazioni di servizi fornite nei paesi membri dell’Unione europea, con l’introduzione, quale regola generale, del principio di tassazione nel paese del fruitore, anziché del prestatore. Ulteriori novità sono state introdotte per la procedura di gestione dei rimborsi e per lo scambio di informazioni tra gli Stati membri. Il 22 gennaio scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo (non pubblicato in G.U. alla data di chiusura del presente articolo) di coordinamento tra i provvedimenti comunitari e la normativa nazionale, in attuazione della delega contenuta nella Comunitaria 2008. In data 31 dicembre 2009, l’Agenzia delle Entrate ha fornito primi chiarimenti in materia con la circolare n. 58/E.

Scarica