Stabile Organizzazione: nel Nuovo Modello OCSE l’Anti-Fragmentation Rule

Nel nuovo Modello di Convenzione contro le doppie imposizioni, pubblicato dall’OCSE, viene introdotta l’anti-fragmentation rule, in base alla quale - nel caso di svolgimento di più attività da parte di una o più imprese tra loro collegate in uno Stato - sussiste una stabile organizzazione se le diverse attività sono tra loro complementari, fatto salvo il caso in cui le attività, unitariamente considerate, abbiano carattere preparatorio o ausiliario.
La modifica ha interessato l’art. 5 del modello, in tema di “Permanent establishment”, in attuazione delle indicazioni fornite nel Final Report all’Action 7 del Rapporto BEPS, finalizzato alla prevenzione dell’elusione artificiosa della qualifica di stabile organizzazione.

Scarica

Italy’s Tax Police Publishes Manual against Tax Evasion and Fraud

Pubblicato su: TP Week

On December 4 2017, the Italian Financial Guard (Tax Police), updated its practical guidelines regarding performance of tax audits with the release of the Operational Manual against evasion and tax fraud – Circular n. 1/2018 (circular).
The circular was updated on December 1 2017 and entered into effect on 1 January 1 2018.
Transfer pricing is one of the subjects detailed in the circular. Following specification of the applicable rules and recent OECD developments, the circular illustrates the practical procedures for transfer pricing audits.

Scarica (In Inglese)

Country by Country Reporting verso la Prima Comunicazione

Si avvicina il termine del 9 febbraio, entro il quale deve essere effettuata la comunicazione relativa al primo anno di applicazione del country by country reporting, dopo che l’Agenzia delle Entrate ne ha completato l’introduzione nel provvedimento del 28 novembre 2017.
Quali sono le novità che, a livello europeo e nazionale, hanno interessato la rendicontazione country-by-country? I provvedimenti di riferimento sono la direttiva n. 2016/881/UE e il D.M. 23 febbraio 2017 che detta le disposizioni di attuazione: entrambi si pongono in linea con gli standards elaborati dall’OCSE nell’Azione 13 del progetto BEPS in materia di erosione della base imponibile e trasferimento degli utili.

Scarica

Rendicontazione Country-by-Country: le Modalità per la Trasmissione

Pubblicato su: il Fisco 15/2017

Nell’ambito di una crescente globalizzazione, al fine di consentire agli Stati membri di prestarsi reciproca assistenza nel settore della fiscalità, lo scambio automatico obbligatorio di informazioni assume un rilievo centrale atteso che uno Stato membro non può gestire in maniera efficace e trasparente il proprio sistema fiscale interno senza ricevere informazioni da parte di altri Stati.
In tale contesto si inserisce il recente intervento normativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze attraverso il quale si è data attuazione alle disposizioni in tema di obbligo di rendicontazione Paese per Paese da trasmettere annualmente all’Agenzia delle entrate.

Scarica

 

Elusione ed Evasione Fiscale: Arriva il Nuovo Modello di Convenzione OCSE

Il nuovo Modello di Convenzione OCSE contro le doppie imposizioni, ufficialmente pubblicato dall’OCSE il 18 dicembre 2017, recepisce le misure elaborate nell’ambito del progetto BEPS con l’obiettivo di contrastare a livello internazionale i fenomeni di elusione ed evasione fiscale. Nella nuova versione vengono apportate rilevanti modifiche alle disposizioni contenute nel precedente Modello di Convenzione del luglio 2014.

Scarica

Transfer Pricing: le Nuove Guidelines dell’OCSE

Pubblicato su: Fiscalità & Commercio Internazionale n.10/2017

In data 10 luglio 2017, l’OCSE ha pubblicato una nuova versione delle “Transfer Pricing Guidelines for Multinational Enterprises and Tax Administrations” (di seguito anche “Guidelines OCSE”) che forniscono linee guida operative per l’applicazione dell’arm’s length principle nelle transazioni intercorse tra imprese appartenenti al medesimo gruppo multinazionale.
Le nuove Guidelines OCSE riflettono le principali modifiche introdotte dai lavori derivanti dal progetto “Base Erosion and Profit Shifting” (BEPS) lanciato dall’OCSE nel febbraio 2013 per identificare i fenomeni di pianificazione fiscale aggressiva che comportano l’erosione della base imponibile nei vari Stati mediante lo spostamento dei profitti all’estero, e le soluzione per contrastare gli stessi.

Scarica

Contrasto alle Letterbox Companies: l’UE Trova l’Accordo

Il Parlamento e il Consiglio dell’Unione europea hanno siglato l’accordo sulle regole che riguardano le letterbox companies. Un importante traguardo, diretto a contrastare pratiche elusive realizzate attraverso società formalmente stabilite in uno Stato membro che non presenta alcuna relazione con le loro attività di impresa, che vengono, tuttavia, esercitate in un altro Stato dell’UE. L’accordo consente a qualsiasi cittadino europeo di accedere ai dati riguardanti i proprietari effettivi delle imprese che svolgono attività all’interno dell’Unione. Previste anche misure per individuare se un Paese terzo può definirsi a maggior rischio di riciclaggio di denaro.

Scarica

A European Taxpayers’ Code

Pubblicato su: Journal - Intertax 45-12

The European Commission published ‘Guidelines for a Model for A European Taxpayer’s Code’. The Guidelines seek to clarify taxpayers’ fundamental rights and obligations in the EU while proposing best practices for their enhancement. The European initiative follows several international ones to the same end. Their comparison reveals the Guidelines’ rather restricted scope. Although they constitute a step forward, they fall short of their potential, demanding further steps to ensure due protection of taxpayers’ rights.

Scarica (In Inglese)

Ecofin: Via Libera alla Black List UE

L’Ecofin ha pubblicato la black list UE, che include l’elenco delle giurisdizioni ritenute non cooperative in materia fiscale. L’elaborazione della lista tiene conto di specifici criteri relativi alla trasparenza, all’esistenza di regimi impositivi equi e all’adozione delle misure contro l’erosione della base imponibile. Nel documento pubblicato dall’Ecofin è stata inserita anche una lista di Paesi che possono definirsi come cooperativi alla condizione che attuino in futuro specifiche misure per conformarsi agli standard internazionali.

Scarica

Black List UE: Pubblicazione Imminente

È prossima la pubblicazione in ambito europeo di una black list, una lista europea unica dei paradisi fiscali diretta ad identificare un elenco di Paesi non cooperativi nel settore fiscale. L’adozione della black list è attesa nella riunione dell’Ecofin del 5 dicembre a Bruxelles.
Si tratta di un percorso iniziato nel 2016, volto alla predisposizione di una lista unica europea, fondata su criteri oggettivi che tengano conto di un adeguato livello di trasparenza fiscale che consenta lo scambio di informazioni fiscali, di regimi impositivi equi e del rispetto delle misure di contrasto al fenomeno dell’erosione della base imponibile.

Scarica

Le Criticità del Transfer Pricing nei Paesi in Via di Sviluppo

Pubblicato su: Fiscalità & Commercio Internazionale n. 11_2017

La materia del transfer pricing riveste particolare rilevanza in ambito internazionale in considerazione dell’elevato numero di transazioni intercompany poste in essere. Già nel giugno 2011, il Rapporto “Transfer pricing and developing countries”, rilevava che - a livello globale - circa i due terzi delle transazioni economiche erano effettuate tra membri appartenenti al medesimo gruppo.
Nei Paesi in via di sviluppo, la materia del transfer pricing solleva alcune criticità specifiche. In particolare, le Amministrazioni finanziarie locali vantano un’esperienza poco significativa nella materia e, in non pochi casi, costrette ad operare con carenti risorse: inoltre, si rileva che, frequentemente, l’identificazione dei comparables risulta scarsamente agevole per la presenza, nelle varie aree di attività, di un numero esiguo di organised companies. Inoltre, non vi sono databases che consentono di acquisire informazioni sulle transazioni comparabili, al fine di verificare i prezzi di trasferimento applicati alle transazioni tra parti correlate.

Scarica

Italy Turns Up the Heat on EU with Digital Sales Tax

Pubblicato su: TP Week

Italy is hoping its proposed digital sales tax will send a message to the EU and accelerate the process of finding consensus on digital economy taxation. However, the proposal interferes with the EU’s plans and could create double taxation scenarios.

Italy hopes to curb tax avoidance by digital companies with a proposal for a new digital sales tax that, if approved, would apply from January 1 2019. The proposal would impose a 6% tax on digital transactions made through electronic means to Italian tax residents with business income, and to Italian permanent establishments (PE) of non-tax residents. This will work out as the buyer paying the service provider 94% of the amount, while withholding 6% for the Italian Treasury.

Scarica (In Inglese)

Lo Scambio Automatico Obbligatorio di Informazioni Si Estende ai Tax Ruling: il D.Lgs. n. 32/2017

Pubblicato su: SFEF 2017/30 - www.strumentifinanziariefiscalità

Il D.Lgs. 15 marzo 2017, n. 32 reca le disposizioni di attuazione della Direttiva n. 2015/2376/UE relative allo scambio automatico obbligatorio di informazioni fiscali nell’ambito dei ruling preventivi transfrontalieri e degli accordi preventivi sui prezzi di trasferimento.
Lo scambio spontaneo di informazioni in tale settore, infatti, si è rivelato uno strumento non adeguato di contrasto alla pianificazione fiscale aggressiva, atteso l’ampio margine di discrezionalità di cui lo Stato membro dispone nel decidere con quali Stati attivare lo scambio. L’intervento normativo mira a rafforzare la trasparenza tra gli Stati membri in un’ottica di cooperazione e fiducia tra le Amministrazioni fiscali.

Scarica

Pianificazione Fiscale Aggressiva: Obblighi di Disclosure

Pubblicato su: Amministrazione & Finanza n.11/2017

Gli schemi di pianificazione fiscale aggressiva riducono l’ammontare dell’imposta dovuta dalle imprese multinazionali mediante operazioni formalmente legali le quali, tuttavia, si pongono in contrasto con i principi riconosciuti a livello internazionale. In tale contesto, assumono significativa rilevanza le iniziative elaborate in sede OCSE che prevedono regimi di disclosure obbligatoria con l’obiettivo di agevolare l’Amministrazione finanziaria nell’attività di identificazione delle principali aree di rischio e nell’adozione tempestiva di misure idonee a contrastarle.

Scarica

Fatturazione Elettronica Generalizzata: Benefici e Criticità per le Imprese

Nella Nota di aggiornamento dedicata a “Fatturazione elettronica e adempimenti IVA connessi”, Confindustria ha fornito le proprie considerazioni in relazione all’impatto - in termini di benefici e di criticità - che un obbligo generalizzato di fatturazione elettronica potrebbe avere sulle imprese. In particolare, secondo Confindustria la previsione di una simile misura può apportare rilevanti semplificazioni negli adempimenti fiscali nel settore IVA, con un ripensamento sull’effettiva utilità degli attuali meccanismi previsti a livello nazionale per contrastare la frode fiscale.

Scarica