Ecofin: Via Libera alla Black List UE

L’Ecofin ha pubblicato la black list UE, che include l’elenco delle giurisdizioni ritenute non cooperative in materia fiscale. L’elaborazione della lista tiene conto di specifici criteri relativi alla trasparenza, all’esistenza di regimi impositivi equi e all’adozione delle misure contro l’erosione della base imponibile. Nel documento pubblicato dall’Ecofin è stata inserita anche una lista di Paesi che possono definirsi come cooperativi alla condizione che attuino in futuro specifiche misure per conformarsi agli standard internazionali.

Scarica

Black List UE: Pubblicazione Imminente

È prossima la pubblicazione in ambito europeo di una black list, una lista europea unica dei paradisi fiscali diretta ad identificare un elenco di Paesi non cooperativi nel settore fiscale. L’adozione della black list è attesa nella riunione dell’Ecofin del 5 dicembre a Bruxelles.
Si tratta di un percorso iniziato nel 2016, volto alla predisposizione di una lista unica europea, fondata su criteri oggettivi che tengano conto di un adeguato livello di trasparenza fiscale che consenta lo scambio di informazioni fiscali, di regimi impositivi equi e del rispetto delle misure di contrasto al fenomeno dell’erosione della base imponibile.

Scarica

Le Criticità del Transfer Pricing nei Paesi in Via di Sviluppo

Pubblicato su: Fiscalità & Commercio Internazionale n. 11_2017

La materia del transfer pricing riveste particolare rilevanza in ambito internazionale in considerazione dell’elevato numero di transazioni intercompany poste in essere. Già nel giugno 2011, il Rapporto “Transfer pricing and developing countries”, rilevava che - a livello globale - circa i due terzi delle transazioni economiche erano effettuate tra membri appartenenti al medesimo gruppo.
Nei Paesi in via di sviluppo, la materia del transfer pricing solleva alcune criticità specifiche. In particolare, le Amministrazioni finanziarie locali vantano un’esperienza poco significativa nella materia e, in non pochi casi, costrette ad operare con carenti risorse: inoltre, si rileva che, frequentemente, l’identificazione dei comparables risulta scarsamente agevole per la presenza, nelle varie aree di attività, di un numero esiguo di organised companies. Inoltre, non vi sono databases che consentono di acquisire informazioni sulle transazioni comparabili, al fine di verificare i prezzi di trasferimento applicati alle transazioni tra parti correlate.

Scarica

Lo Scambio Automatico Obbligatorio di Informazioni Si Estende ai Tax Ruling: il D.Lgs. n. 32/2017

Pubblicato su: SFEF 2017/30 - www.strumentifinanziariefiscalità

Il D.Lgs. 15 marzo 2017, n. 32 reca le disposizioni di attuazione della Direttiva n. 2015/2376/UE relative allo scambio automatico obbligatorio di informazioni fiscali nell’ambito dei ruling preventivi transfrontalieri e degli accordi preventivi sui prezzi di trasferimento.
Lo scambio spontaneo di informazioni in tale settore, infatti, si è rivelato uno strumento non adeguato di contrasto alla pianificazione fiscale aggressiva, atteso l’ampio margine di discrezionalità di cui lo Stato membro dispone nel decidere con quali Stati attivare lo scambio. L’intervento normativo mira a rafforzare la trasparenza tra gli Stati membri in un’ottica di cooperazione e fiducia tra le Amministrazioni fiscali.

Scarica

Pianificazione Fiscale Aggressiva: Obblighi di Disclosure

Pubblicato su: Amministrazione & Finanza n.11/2017

Gli schemi di pianificazione fiscale aggressiva riducono l’ammontare dell’imposta dovuta dalle imprese multinazionali mediante operazioni formalmente legali le quali, tuttavia, si pongono in contrasto con i principi riconosciuti a livello internazionale. In tale contesto, assumono significativa rilevanza le iniziative elaborate in sede OCSE che prevedono regimi di disclosure obbligatoria con l’obiettivo di agevolare l’Amministrazione finanziaria nell’attività di identificazione delle principali aree di rischio e nell’adozione tempestiva di misure idonee a contrastarle.

Scarica

Fatturazione Elettronica Generalizzata: Benefici e Criticità per le Imprese

Nella Nota di aggiornamento dedicata a “Fatturazione elettronica e adempimenti IVA connessi”, Confindustria ha fornito le proprie considerazioni in relazione all’impatto - in termini di benefici e di criticità - che un obbligo generalizzato di fatturazione elettronica potrebbe avere sulle imprese. In particolare, secondo Confindustria la previsione di una simile misura può apportare rilevanti semplificazioni negli adempimenti fiscali nel settore IVA, con un ripensamento sull’effettiva utilità degli attuali meccanismi previsti a livello nazionale per contrastare la frode fiscale.

Scarica

Dai Panama Papers ai Paradise Papers: la Nuova Inchiesta sui Paradisi Fiscali

A seguito dell’inchiesta Panama Papers del 2016, la sottrazione di documenti a due società finanziarie (circa 13.4 milioni di file contenenti informazioni sulla lista di conti off-shore) ha portato alla pubblicazione di una nuova inchiesta - definita Paradise Papers - da parte dell’International Consortium of Investigative Journalists in merito ad investimenti effettuati da persone fisiche e società in diversi paradisi fiscali.
A destare preoccupazione è non solo il numero e la portata dei soggetti inclusi nell’inchiesta (regnanti, personaggi politici e dello spettacolo, note società multinazionali) ma anche le cifre sottratte, mediante tale attività, alla tassazione degli Stati coinvolti.

Scarica

Accordo Italia-Costa Rica: Scambio di Informazioni Fiscali al Via

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 257 del 3 novembre 2017 l’atto di ratifica ed esecuzione dell’Accordo tra Italia Costa Rica sullo scambio di informazioni in materia fiscale, sottoscritto a Roma il 27 maggio 2016.
L’Accordo, conforme al modello TIEA elaborato in sede OCSE, detta disposizioni che favoriscono lo scambio di informazioni tra le Amministrazioni finanziarie dei due Paesi al fine di garantire un effettivo livello di trasparenza.
L’Accordo si limita a disciplinare lo scambio di informazioni su richiesta, escludendo, pertanto, lo scambio di informazioni automatico e quello spontaneo.

Scarica

CbCR Obligations for Italian Entity Members of US Groups

Pubblicato su: TPWeek

An agreement for the automatic exchange of country-by-country reports (CbCR) between Italy and the US (Agreement) came into effect on September 27 2017, as announced by the Italian minister for economy and finance.
The above agreement derives its legal basis from Art. 26 of the Convention for the Avoidance of Double Taxation in effect between the US and Italy.

Scarica (In Inglese)

Cosa Insegna l’Epic Fail dello Spesometro

Pubblicato su: Il Sole 24 Ore

A mezzanotte di oggi dovrebbe chiudersi l’operazione «Spesometro 2017-primo semestre». Usiamo il condizionale, in quanto dalle continue segnalazioni dei lettori e dei navigatori risultano ancora complessità e inefficienze del sistema di acquisizione dei dati. Molti contribuenti hanno pensato di agire rifacendosi a tecniche da esodo estivo: come d’estate, quando tutti cercano la partenza intelligente nelle ore più strane e si resta ancor più imbottigliati.

Scarica

Doppia Imposizione: Due Anni e Mezzo per Risolvere le Controversie

Imprese e cittadini potranno risolvere in modo più rapido ed efficace le controversie legate all'interpretazione dei trattati fiscali: l’Ecofin ha approvato la proposta di direttiva che fissa nuove regole per risolvere le controversie fiscali e, in particolare, le dispute in materia di doppia imposizione.
La doppia imposizione si riferisce alle ipotesi in cui due o più Stati pretendono il diritto di tassare gli stessi redditi o profitti di una società o persona. La direttiva copre un ampio numero di casi e fissa scadenze chiare che gli Stati membri devono osservare per concordare una soluzione vincolante, dando in tal modo decisioni più tempestive ai contribuenti.

Scarica

Dal Principio del “Valore Normale” al Concetto di “Libera Concorrenza”: la Nuova Disciplina dei Prezzi di Trasferimento

Pubblicato su: Fiscalità & Commercio Internazionale n.8-9/2017

Con il D.L. 24 aprile 2017, n. 501, convertito in Legge 21 giugno 2017, n. 962, sono state introdotte, nell’ambito dell’ordinamento giuridico interno, rilevanti novità in materia di prezzi di trasferimento nelle operazioni infragruppo di cui all’art. 110, comma 7 del T.U.I.R. le quali si pongono in linea di continuità con i principi riconosciuti e raccomandati in sede OCSE.

Scarica

Tassazione della Digital Economy: Quali Sviluppi?

Si discute, a livello internazionale, sulle regole che dovrebbero essere poste alla base della tassazione della digital economy, al fine di creare una maggiore trasparenza nel sistema fiscale di ciascun Paese e di contrastare in maniera efficace l’utilizzo di pratiche fiscali dannose che sfruttano le specificità dell’economia digitale.
La Commissione europea ha evidenziato che la riunione dell’ECOFIN, che si svolgerà a Tallinn il 15 settembre 2017, sarà una buona opportunità per individuare i migliori approcci in tema fiscalità digitale.

Scarica

Il Tax Risk Management quale Strumento di Governance per le Imprese

Pubblicato su: Amministrazione & Finanza n. 8-9/2017

Una corretta valutazione del rischio fiscale risulta fondamentale per consentire una realizzazione più certa degli obiettivi perseguiti dalle imprese, evitando possibili perdite finanziarie e di opportunità di business. Il tax risk management può essere efficacemente gestito solo qualora vengano adottate ed implementate tax policy che siano idonee ad individuare la strategia fiscale consentano di identificare i rischi a cui l’impresa è esposta.

Scarica

Scambio Automatico di Informazioni Finanziarie: Modalità e Termini

Pubblicato su: Il Fisco 31/2017

Nell’ambito degli strumenti di cooperazione amministrativa tra Stati assume rilievo primario lo scambio automatico di informazioni nel settore fiscale il quale consente alle Amministrazioni finanziarie di instaurare un rapporto che sia fondato sui principi di leale cooperazione e trasparenza.
L’ordinamento giuridico nazionale supporta costantemente le iniziative promosse a livello internazionale ed europeo dirette a favorire lo scambio automatico di informazioni. In tale contesto, si inserisce il Provvedimento del 4 luglio 2017 nel quale si indicano le modalità ed i termini di comunicazione delle informazioni cui sono tenute le istituzioni finanziarie con l’obiettivo di contrastare l’evasione e l’elusione fiscale.

Scarica